Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze. Leggi l'informativa completa

index 1La sindrome dell'arto fantasma è una sindrome che colpisce chi è mancante di uno o più arti, ma che percepisce comunque delle sensazioni da quella parte di corpo che risulta mancante. Una delle terapie più utilizzate è quella che consiste nell'utilizzare uno specchio per riprodurre la presenza dell'arto mancante, in modo da dare al cervello l'illusione della sua persistenza.
Partendo da questa stessa idea, il ricercatore Max Ortiz Catalan sta sperimentando una nuova terapia, proprio grazie alla RA. A beneficiarne è stato un uomo di 72 anni con un braccio amputato. Il ricercatore ha posto degli elettrodi sul moncone, che permettessero di ricreare su schermo l'arto mancante. In seguito, ha permesso di utilizzare questo arto virtuale tramite un gioco di corse automobilistiche, in modo da sviluppare una percezione più complessa dell'arto mancante rispetto alla semplice visione di un arto in uno specchio. Ebbene, dopo alcuni mesi di questa terapia, pare che i risultati siano ottimi, tanto da convincere il ricercatore a far continuare la terapia al proprio paziente direttamente a casa propria.
Bruno Peter 013Total Immersion si prepara all'espansione globale
LOS ANGELES, 19 Aprile 2012. Total Immersion (TI), leader globale nel settore innovazioni di Realtà Aumentata (AR), ha annunciato oggi la nomina di Peter Boutros a Presidente Mondiale.
"Peter ha una vasta esperienza di dirigenza aziendale e gestione commerciale in tutto il mondo. Egli sarà una risorsa formidabile per l'espansione della nostra copertura geografica e settoriale e per il primato nella tecnologia AR". Bruno Uzzan, CEO e co-fondatore di Total Immersion.
Boutros ha ricoperto incarichi di amministratore delegato presso "The Vista Institute and Logistix / equity Marketing Worldwide; e ancora ha avuto ruoli di gestione su scala globale, tra cui Senior Vice President Worldwide Category Management Vice President Worldwide, presso la Walt Disney Company. Ha la doppia cittadinanza, negli Stati Uniti e in Australia.
"La Realtà Aumentata è una tecnologia all'avanguardia e diventerà presto parte della nostra vita quotidiana", ha detto Boutros. "Total Immersion è l'avanguardia AR nell'e-commerce, nella trasmissione di contenuti e di esperienze sociali - siamo a un punto di svolta di un fenomeno nuovo."

Occhiali CastAR dagli ex ingegneri Valve

95ead7ab375ad3b5ffd4eac3e4d22050 large 1A volte capita ad un'azienda di licenziare il personale sbagliato, e di pagarne le conseguenze.
E' quello che è successo a Valve, famosissima software house che tempo fa ha licenziato, senza fornire troppe spiegazioni, Jeri Ellsworth e Rick Johnson, due ingegneri. I due non si sono dati per vinti, e anzi hanno continuato a lavorare ad un progetto su cui lavoravano da oltre un anno: gli occhiali CastAR.
CastAR utilizzano una tecnologia ad infrarossi in grado di interagire con immagini trasmesse da un PC, integrando una fotocamera, anch'essa ad infrarossi, ed uno schermo a retroriflessione.
In questo modo sono in grado di proiettare una realtà virtuale osservabile da più angolazioni e con la quale è possibile addirittura interagire.

La realtà aumentata aiuta a vendere

Con i decenni che passano la pubblicità ha fatto grossi passi in avanti. La promozione, tassello cardine di un mondo basato sul mercato, è sempre riuscita a stare al passo con i tempi, sfruttando e a volte implementando le possibilità delle nuove tecnologie.
Uno studio inglese ha dimostrato, infatti, che le promozioni dei prodotti realizzate con l'ausilio della realtà aumentata, catturano l'attenzione del cliente molto più di quanto non lo facciano le tradizionali campagne promozionali. Per dirla in breve: la realtà aumentata crea più potenziali clienti.
 
Ecco i risultati:
 
Tempo medio trascorso guardando / interagendo con l'annuncio:
Tradizionale: 12 secondi – AR marketing 83 secondi.
 
Intenzione all'acquisto:
Tradizionale: 45% – AR marketing 74%
 
Stima del prezzo di vendita del prodotto:
Tradizionale: 5.99 – AR marketing 7.99
 
Ecco invece le percentuali di aumento di ogni singola voce grazie alla realtà aumentata:
 
Tempo medio trascorso guardando / interagendo con l'annuncio:
Aumento del 691%
 
Intenzione all'acquisto:
aumento del 164%
 
Stima del prezzo di vendita del prodotto:
aumento del 133%
 
I risultati sono evidenti e i numeri parlano chiaro. Stando alla ricerca inglese pare sia il livello emozionale a influenzare i potenziali acquirenti. Un velo di emozione generato dalle capacità di immersione della tecnologia AR che coinvolge e cattura l'attenzione dei clienti.

Jailbreak dei Google Glass possibile!

google-glass-hackedIl creatore di Cydia noto come Saurik, alias Jay Freeman è riuscito in un paio d'ore e durante una cena tra amici a sbloccare completamente il dispositivo Google Glass dopo aver ricevuto i permessi di root. Egli afferma che sia stata un'operazione non troppo impegnativa, riuscendo ad ottenere il pieno controllo delle parti audio e ottica sfruttando un bug di sistema, mentre era circondato da distrazioni.
Sicuramente Google reagirà a questa crescente curiosità che si fa strada tra gli sviluppatori più affermati, dato che in questo modo sarà forse possibile rendersi indipendenti dall'azienda che, ricordiamolo, è in grado di disattivare il dispositivo a distanza se ci si imbatte in qualche divieto imposto dal contratto con l'acquirente.

Il CAD incontra la realtà aumentata

Una grande notizia giunge da Vectorworks®, prgramma di CAD tra i più utilizzati da architetti e ingengeri. Grazie al prodotto di Inglobe Technologies, il nuovo plugin ARmedia è diventato un tool ufficiale di Vectorworks®.
Una svolta immersiva, che permetterà agli utenti non solo di visualizzare i propri progetti 3D su dispositivi mobili, ma di realizzare esperienze di realtà aumentata direttamente suoi propri modelli 3D. L'ultima chicca che presenta il plug in è l'implementazione per i contenuti geo-referenziati, visualizzabili direttamente sul posto.
Per ulteriori informazioni, ecco dei link utili.
 
 
 
orange kiosk 26800 foto scattate, 1500 voti da 900 partecipanti, 48 giorni:
In occasione del Game Story Exposition, tenutosi questo inverno al Grand Palais di Parigi, Total immersion ha collaborato con Orangeto per l'installazione di una postazione fotografica in Realtà Aumentata. I partecipanti hanno potuto sperimentare la Realtà Aumentata facendosi immortalare con il Raving Rabbids del videogioco Rayman, postando su Facebook foto con pose stravaganti direttamente dallo schermo. Per tutta la durata dell'expo l'installazione ha coinvolto visitatori di ogni età, realizzando pose con il folle animaletto e foto di gruppo.

Debutto su Kickstarter per gli occhiali CastAR

95ead7ab375ad3b5ffd4eac3e4d22050 largeQuando Valve ha licenziato gli ingegneri Jeri Ellsworth e Rick Johnson, probabilmente non si aspettava che questi continuassero fuori il progetto sul quale stavano lavorando all'interno dell'azienda di Gabe Newell. Loro invece non si sono persi d'animo, hanno fondato la società Technical Illusions, e dopo un pò di notizie e rumors, hanno lanciato una campagna Kickstarter, riuscendo nell'impresa di ottenere i fondi necessari a far partire il progetto.
La funzione di questo oggetto è duale. Se da un lato permette di aggiungere delle informazioni in formato RA a quello che vediamo realmente, possiamo anche oscurare totalmente il mondo reale, e proiettarci in una visione completamente virtuale.
Il dispositivo è composto dalle lenti, unite dal nasello, sul quale è posta una videocamera necessaria per rilevare i movimenti della testa, e adeguare così ciò che viene visualizzato. Sulle lenti sono posti due piccoli proiettori da far funzionare in combinazione con una superficie apposita, liscia e retroriflettente.
Inclusi nel pacchetto sono compresi altri dispositivi che permettono di utilizzare CastAR al meglio delle sue potenzialità: una Tracking Grid RFID che identifica tramite onde radio gli oggetti presenti nell'ambiente reale, da utilizzare in combinazione con un controller che funge sia da imput 3D che da joystick.

Un'app per immergerci nel passato

nfb-circa-1948.jpg

L’ artista canadese Stan Douglas ha creato un’applicazione, per partecipare al National Film Board of Canada, che ci permette di viaggiare indietro nel tempo, nel comodo di una stanza.


L’app, dal nome “Circa 1948”, va utilizzata proprio mentre l’utente è al chiuso fra 4 mura. Questa sfrutta l’hardware Kinect della Microsoft, che permette di mappare il corpo dell’utente, e di proiettare quindi sulle pareti una vera e propria storia, con 18 personaggi che interagiranno fra loro.


Questa creazione, di cui esiste già un’applicazione scaricabile per iOS, è stata presentata al Vancouver Film Festival.


http://vimeo.com/92945319


Guarda il Video di presentazione mostrato al National Film Board of Canada.

RA e PS4 per un'esperienza incredibile

Grazie a due nuovi video postati sul suo sito giapponese, la Sony dimostra le incredibili possibilità della Realtà Aumentata, realizzabili usando l’Eye Camera collegata alla console.

 

Nel primo video vediamo una convincente interazione con del liquido, mentre nel secondo dei personaggi virtuali proiettano un’ombra grazie all’illuminazione con una torcia reale, rispondendo in maniera soddisfacente agli stimoli esterni.

 

 
Pagina 3 di 4
Go to top