Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze. Leggi l'informativa completa

Arasam

Arasam
 
l oreal

 Al Festival di Cannes, la marca ufficiale di cosmetici della manifestazione ha presentato un innovativa app di Realtà Aumentata che permette agli utenti di provare i cosmetici desiderati prima di acquistarli.

 

Per chi ama testare nuovi look trucco, non c'è niente di meglio che avere un'intera collezione di ombretti , rossetti colorati e mascara sempre a portata di mano.

 

È proprio questo quello che offre la nuova app della L'Oréal Paris. Trucco Genius, che il marchio descrive come "il primo che collega bellezza e innovazione digitale", permette agli appassionati del trucco di provarsi uno qualsiasi dei suoi ultimi prodotti in tempo reale prima di acquistarli.

 

Questa piattaforma di realtà aumentata utilizza la fotocamera anteriore su smartphone e tablet per trasformare i dispositivi in specchi virtuali. Gli utenti possono testare una selezione dei più recenti cosmetici L'Oréal Paris e il trucco compare sul volto semplicemente tenendo il dispositivo davanti ad esso.

 

La realtà aumentata è una versione migliorata della realtà, creata mediante la tecnologia che sovrappone informazioni digitali su un'immagine reale vista attraverso un dispositivo (fotocamera o smartphone). Ma come può essere utile nell’ambito dell’istruzione? In che modo può facilitare l’apprendimento delle materie più ostiche e mnemoniche? Immaginate un atlante di anatomia che permetta di visualizzare l’intero organismo in tutte le sue parti, esplorando sezioni specifiche di tessuto e di organo…oggi è possibile grazie alla realtà aumentata! L’intera struttura anatomica dell’ uomo prende vita mediante la scansione di un elemento grafico presente su un foglio, riconosciuto dall’app di realtà aumentata. Il corpo umano è visualizzato in 4D e sono presenti varie opzioni per studiare tutte le caratteristiche anatomiche.

Photo-Apr-08-3-47-01-PM 1

Studiare la chimica in modo divertente? Oggi anche questo si può: imparare gli elementi chimici può essere molto noioso quando si ha a disposizione solo la tavola periodica, ma “dare vita” agli elementi può essere molto divertente per tutte le età. Puntando lo smartphone in corrispondenza di “piccoli cubi”, realizzati stampando un modello di carta specifico dell’app, sarà visualizzata la loro composizione in 4D.

Addirittura unendo più cubi alla volta si potrà vedere in 3D il risultato della reazione chimica, ovvero un nuovo composto chimico! L’utilizzo di questa applicazione permette di rendere informazioni educative e scientifiche divertenti e coinvolgenti non solo per gli educatori di tutto il mondo ma anche per gli studenti. 

1596798 10203404579105186 604577623 o-1

Quanto può essere noiosa una lezione di matematica? Con un’applicazione gratuita per iPhone, sviluppato da PBS Kids, anche fare i conti può essere divertente! Gli studenti leggono il problema di aritmetica sull’app e cercano la risposta corretta all’interno di una stanza. Quando pensano di aver trovato la risposta esatta, effettuano la scansione con i loro iPhone o iPad per scoprire se è corretta o meno. Lo scopo dell’app è quindi unire il movimento fisico del bambino con l’attività intellettiva…il tutto divertendosi!

E non è finita qui…lo studio dei pianeti e dei satelliti è più facile e stimolante con “Star & Planet Finder”! Questa applicazione consente di individuare i pianeti e le stelle nel cielo notturno attraverso l’iPhone o iPad. Per utilizzare l'applicazione, è necessario selezionare da un elenco il pianeta o costellazione che si desidera individuare. Star & Planet Finder darà le indicazioni per spostare l’iPhone o l’ iPad in corrispondenza del pianeta che si sta cercando.

La realtà aumentata è uno strumento utile ma anche tanto divertente per i bambini delle scuole elementari. Mediante l’ App gratuita chiamata Chromville, i bambini possono realizzare dei propri personaggi di fantasia e vederli prendere vita in 3D sullo schermo di un iPad. Come si realizza tutto ciò? È semplicissimo…per prima cosa si stampano delle pagine “speciali” dal sito Chromville su cui i bambini disegneranno e coloreranno i loro personaggi, poi baserà puntare l’iPad sul foglio e il gioco sarà fatto…i personaggi inizieranno a ballare e a muoversi proprio come esseri viventi! L’applicazione permette di scattare delle foto ai propri pupazzi e salvarle su un rullino fotografico.

cropped-Page 1

Ogni bambino può creare una pagina personalizzata in cui inserire una foto del personaggio, affidargli un nome e scrivere una storia su di esso...dando libero sfoggio alla fantasia e, come se non bastasse, è possibile registrare e ascoltare l’audio della propria storia direttamente sull’iPad.

Tutto questo è solo una delle sei pagine che Chromville propone all’insegnante perciò, esistono tante possibilità per i nostri bambini! Non c’è niente di meglio che raggiungere brillanti risultati nell’istruzione dei bambini conciliando l’aspetto puramente ludico con il senso del dovere!

Arrivano i Google Glass per la medicina! Gli occhiali di Google, che altro non sono se non un computer indossabile con un display ottico montato sulla testa, oggi sono utilizzati per assistere i professionisti della sanità. Combinati con la tecnologia Vipaar (Virtual Interactive Presence in Augmented Reality) è possibile addirittura condurre un intero intervento chirurgico in video-conferenza e in tempo reale interagire con colleghi esperti a distanza. Questo sistema interattivo è nato come start-up e sviluppato dalla University of Alabama in Birmingham (Uab) dove è stato svolto il primo intervento chirurgico in queste modalità.

operacion google glas

La combinazione di queste due tecnologie è vincente: i Google Glass non disturbano il campo visivo perché lo schermo non è centrale ma laterale e permettono al medico di concentrarsi sul paziente e sull’operazione stessa. In tempo reale le immagini vengono condivise anche a centinaia di km di distanza, permettendo di visualizzare su un monitor tutto ciò che avviene in sala operatoria e, addirittura, di introdurre una mano “virtuale” nel campo visivo del medico che sta operando. Così i due medici possono discutere il caso in tempo reale e, con la mano virtuale, indicare eventuali imprecisioni, il punto preciso su cui posizionare gli strumenti , consigliare la procedura più adeguata e così via.

3022534-inline-s-1-a-surgeons-review-of-google-glass-in-the-operating-room

Anche gli anestesisti, mediante l’utilizzo dei Glass, possono prender visione dei parametri vitali del paziente ancor prima di arrivare sullo scenario operativo, consultando, attraverso comandi vocali, la cartella di anamnesi, il risultato degli esami ed eventuali rilievi obiettivi già effettuati dal personale sanitario.

”L’occhio e la mano virtuale” possono diventare anche ottimi tutor per la formazione. Da una parte gli specialisti che assistono all’intervento in diretta in una sala training, dall’altra il chirurgo che opera e trasmette tutto ciò che osserva. Un modo del tutto nuovo che permette ai veterani di trasmettere la propria esperienza ai chirurghi più giovani. È affascinante fantasticare su quello che ci riserverà il futuro con le molteplici applicazioni di Vipaar…potremo davvero vedere mani virtuali che ci indicano con destrezza come riparare un elettrodomestico? un computer? o un qualsiasi strumento stando comodamente in casa e senza far ricorso a tecnici esterni? Proprio come oggi ci si sente persi senza un cellulare che scatta foto e video da condividere con gli amici, allo stesso modo tra qualche anno potremmo non saper fare a meno del nostro smartphone con Vipaar che ci accompagnerà con la “sua mano fantasma”.

Go to top